Artès: il viaggio è “fare esperienza”

Artès: il viaggio è “fare esperienza”

Vi presento il Progetto Artès, che rispecchia la filosofia di viaggio condivisa sulle pagine di Profondo Viaggio & Alchemica Mistura: il viaggio come esperienza di incontro e di crescita.

Progetto ArtèsArtès è l’acronimo di Animazione Relazionale Turistico Esperienziale, e quello che offre è un modo nuovo di vivere il viaggio, portandolo a essere un’esperienza “di” e “insieme a”.

 

Il fulcro del progetto Artès ruota infatti intorno all’approccio relazionale con gli abitanti del territorio che sono disposti a mettere in gioco una parte di sé nell’incontro con i viaggiatori che stanno esplorando i loro luoghi, offrendo le proprie competenze per confezionare un’esperienza su misura e fuori dal comune.

La tipologia di persone alle quali si rivolge Artès indossa, secondo quanto viene espresso nella mission del progetto, il nome di “ConsumAttori“, ma io affiancherei anche la denominazione di “ViaggiAttore“: questo interessante progetto mi rimanda infatti all’immagine di un individuo che vuole essere protagonista attivo della sua esperienza di viaggio, plasmandola nel modo più utile per acquisire conoscenza nuova, e nuovi spunti di crescita personale.

ViaggiAttore è anche chi offre una storia da vivere attraverso Artès: i viaggiatori autentici, disposti a immergersi senza filtri e pregiudizi nel pulsare della vita dei paesi attraversati, e abituati al contempo a fare della propria vita quotidiana un viaggio costante, sono testimoni di quanto sia l’Incontro a fare il viaggio e il viaggiatore. E’ sufficiente varcare il portone di casa propria per iniziare un viaggio nuovo ogni giorno, e questa è l’abilità principale di chi offre una storia Artès.

Il progetto Artès promuove  le bellezze italiane ancora poco note perché lontane dai soliti circuiti turistici; grazie a un’esperienza Artès è possibile addentrarsi in territori di rara bellezza non toccati dalla folla che spesso “deturpa” l’atmosfera dei luoghi. Artès permette di farlo “all’italiana“, accompagnati dalla cordialità delle persone che, abitandoli, se ne fanno portavoce.

Si può scegliere un’esperienza Artès sfogliando un vero e proprio catalogo virtuale suddiviso per aree geografiche e interessi, nel quale si può trovare una grande scelta di settori attraverso i quali approfondire le proprie passioni, o avvicinarsi a temi nuovi da sviluppare.

Il progetto Artès offre a chi ama viaggiare anche la grande opportunità di sviluppare una professione nuova in ascesa: quella di Operatore di Turismo Esperienziale.

Il turismo esperienziale è un trend ancora poco diffuso in Italia, ma proposto già da diverso tempo in altri paesi esteri.

Chi è il candidato ideale per diventare Operatore Artès? Non può che essere un viaggiatore, del mondo e della propria vita, per poter offrire il meglio di quelle doti di flessibilità mentale e apertura del cuore necessari per predisporsi all’Incontro con l’altro. Ma non solo: un Operatore Artès si propone come esperto e appassionato di un ambito di competenza specifico, il che apre le porte non solo a chi opera già nel settore dei viaggi, ma anche a tutti i professionisti, nei settori creativi in senso lato e non solo.

 

***

Progetto Artès raccontato a Rai Community da Maurizio Testa (coordinatore del progetto) e Veronica D’Ortenzio (ambasciatrice Artès a Roma):

 

Qui trovate tutte le informazioni sul progetto Artès, e sulle modalità di partecipazione.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 visitatori online
0 ospiti, 3 bots, 0 membri
Complessivo: 84 alle 06-17-2017 01:16 pm
Numero max di visitatori odierni: 4 alle 03:22 am
Mese in corso: 11 alle 08-05-2017 04:12 pm
Anno in corso: 84 alle 06-17-2017 01:16 pm