Continua il racconto a puntate dell’Edumotional tour fra i Monti Dauni, narrato da Paola Maria Raimondi.

*

CANDELA

Arrivando a Candela (Cannéla, in dialetto locale), che dista circa 11 km da Rocchetta, ecco lo stupore per il bianco paesino sopra le dolci ondulate colline.

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Inserita tra i Borghi autentici d’Italia, conta tra i due e i tremila abitanti ed è a rischio di spopolamento. Ed è un vero peccato.

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Candela ha una storia antica: soggetta a numerose successive dominazioni, con Federico II di Svevia visse un periodo di grande splendore.

Oltre a conservare il suo sapore aspro e rurale, che pare immutato nel tempo, affascina con l’intrico di strade che salgono e scendono, le poche voci udibili che si rincorrono nell’aria e notevoli monumenti di carattere storico e religioso.

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Press-tour-Monti_Dauni-CandelaPress-tour-Monti_Dauni-Candela

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Annovera edifici barocchi e numerose chiese, tra le quali visitiamo la Chiesa madre o della Purificazione della Vergine Maria, che risale al XVI secolo.

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

All’interno, la mia attenzione è catturata da una antica statua della Candelora.

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Ma  la storia di Candela (e alcuni resti) ci raccontano anche di un castello: edificato, più volte distrutto e poi ricostruito.

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Nella toponomastica è evidente la zona occupata dall’antica rocca.

L’edificio che oggi vanta l’onore di presentarsi come “il castello” è un edificio costruito negli anni trenta del secolo scorso, munito di merli e torretta, come richiesto da un castello che si rispetti.

Press-tour-Monti-Dauni-Candela

Ci guida, in un percorso dettato dalle tracce della storia, uno studioso del luogo, Giuseppe Guarini, tanto appassionato da risultare commovente.

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Lo accompagna il suo fedele cagnolino, che sosta e riprende il cammino con noi.

Press-tour-Monti_Dauni-Candela

Il sindaco, Nicola Gatto, offre duemila euro a chi con la famiglia si trasferisce qui, occupando le case rimaste vuote.

Press-tour-Monti_Dauni-Candela Press-tour-Monti-Dauni-Candela

Glielo auguriamo di cuore, mentre ci allontaniamo da un borgo che meriterebbe un radioso futuro.

Press-tour-Monti-Dauni-Candela

***

Edumotional tour Monti Dauni prima parte – Rocchetta S.Antonio

Edumotional Tour Monti Dauni seconda parte – Bovino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *