(marzo – aprile 2016)

*prosegue dalla puntata precedente*

Il Festival International du Cinema et de la Mer mi ha permesso di vivere un’esperienza fuori dal comune. Ho raccontato nel prologo al mio viaggio in Marocco, come sia finita a fare parte dello staff di questo piccolo ma tenace festival di arte cinematografica che si tiene da un paio di anni nel profondo sud del Marocco.

Festival International du Cinema et de la Mer
La locandina del Festival

Così ne ho scritto su Punto e Linea Magazine, mantenendo la promessa fatta ad Abdou di scriverne un articolo:

“La terza edizione del Festival International  du Cinema e de la Mer si è svolta nella cittadina di Mirleft (provincia di Sidi Ifni), nel sud del Marocco, dal 6 al 9 Aprile.

Le tre serate di proiezioni e concerti dal vivo, organizzate e coordinate da un gruppo affiatato di giovani marocchini professionisti del cinema e dell’audiovisivo, hanno avuto come cornice la splendida spiaggia di Sidi Mohamed Ben Abdu Allah.

La prima serata del festival è stata inaugurata dalla performance dell’artista russo Olimdjon Beknazarov, che ha unito sapientemente trasformismo e danza, e dal concerto del gruppo Tafssut. La serata è stata dedicata anche al tributo all’attrice e attivista Amal Temmar, fondatrice dell’associazione “Touche pas à mon enfant”,  che tutela i diritti dell’infanzia, e al regista Abdelaziz Oussaih. Sono seguite le proiezioni dei primi corti in concorso.

Nell’arco delle giornate del festival si sono svolti laboratori rivolti a bambini e ragazzi nell’ambito del cinema e della fotografia, e incontri sull’analisi filmica e il turismo culturale, in collaborazione con gli ospiti internazionali del festival.

La serata conclusiva del festival è stata anche occasione di tributo a Mr Ali Hassan, showman in ambito televisivo e radiofonico, e in memoria dell’attivista algerino Elhoucin Achngli.
La musica dell’artista tedesca Lea Matika e del duo composto da Hicham Massin e Bouzendag Abdallah, oltre all’intervento di altri musicisti succedutisi durante la serata, ha fatto da cornice alla premiazione conclusiva, che ha visto un gran numero di partecipanti entusiasti fra il pubblico.

Questo piccolo ma vivace festival è stato fortemente voluto, con l’obiettivo di portare il cinema e la cultura in spazi – fisici e sociali – lontani da quelli convenzionali, ma dove, probabilmente senza esserne coscienti, se ne sente la fame. Chi gli ha dato vita e lo cura anno dopo anno, con la preziosa appendice dei workshop e degli incontri pubblici a tema, resiste tenacemente con convinzione e passione.

Interessante è assistere alle proiezioni dei lavori di registi di svariate nazionalità che convergono in questo lembo del sud del Marocco, assaggiandone i diversi registri e contenuti  filmici, ma altrettanto importante è l’incontro con i bambini e i ragazzi del posto, che ascoltano con grande interesse il racconto del viaggio dell’immagine che si fa film e fotografia.”

Partecipare a questo festival mi ha fatta sentire parte di una piccola comunità, caotica e disorganizzata, ma sempre in modo creativo.

Festival International du Cinema et de la Mer
Foto di Ibrahim Akhdim
Festival International du Cinema et de la Mer
Foto di Ibrahim Akhdim
Festival International du Cinema et de la Mer
Foto di Khodir Sekkouti
Festival International du Cinema et de la Mer
Foto di archivio del festival 2016

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer
Io con il performer russo Olimdjon Beknazarov

 

Il Festival organizzato da ragazzi provenienti da diverse parti del Marocco, e accomunati dall’amore per le arti visive, ha rappresentato indubbiamente un grande sforzo organizzativo, al quale hanno contribuito con la loro partecipazione artisti internazionali, che hanno fatto dono  delle loro esibizioni live. Fra loro il performer russo Olimdjon Beknazarov

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la MerFestival International du Cinema et de la MerFestival International du Cinema et de la MerFestival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

…e la musicista tedesca  Lea Matika.

 Festival International du Cinema et de la Mer

 Festival International du Cinema et de la Mer  Festival International du Cinema et de la Mer

Il  Festival International du Cinema et de la Mer di Mirleft ha visto la presenza di importanti ospiti del panorama cinematografico nazionale, fra cui l’attrice Amal Temmar, anche attivista per i diritti dell’infanzia, attraverso la sua associazione Touche pas à mon enfant.

Festival International du Cinema et de la Mer
L’attrice Amal Temmar

Ho avuto occasione di conoscerla da vicino e fare una chiacchierata con lei, ed è stato un incontro molto piacevole: simpatica e alla mano, mi ha dato l’impressione di essere una persona che oltre ad amare il suo lavoro di attrice, ne fa utile strumento per veicolare una causa importante a cui la sua fama porta un’importante eco.

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer
Io e l’attrice Amal Temmar – foto di Ibrahim Akhdim

 

Le immagini del festival sarebbero molteplici: ne condivido alcune, in una breve carrellata che dona un piccolo assaggio dell’atmosfera di questo festival ospitato dalla spiaggia per tre lunghe serate, con il russare dell’oceano e il suo alito freddo alle spalle.

Da sottolineare, con grande gioia: le serate di proiezioni hanno visto una grande partecipazione di pubblico locale, soprattutto nell’affollatissima serata conclusiva.

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer
Il palco del Festival, spalle all’Oceano Atlantico
Festival International du Cinema et de la Mer
Il presentatore
Festival International du Cinema et de la Mer
Il direttore del Festival, Yuba Ouberka

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

 

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer
L’attrice portoghese Liliana Leite

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer
Il presidente della giuria, Mohamed Choubi

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer
Il regista Mohamed Lichir
Festival International du Cinema et de la Mer
Pedro Branco, regista brasiliano

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer
Abdelhadi Azrhirh (Abdou)

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

 

Festival International du Cinema et de la Mer Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer
Il musicista Abdellah Mafawal Bouzandag

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

 

Festival International du Cinema et de la Mer
Mohamed Choubi e Khodir Sekkouti
Festival International du Cinema et de la Mer
L’attivista algerino Khodir Sekkouti

Festival International du Cinema et de la Mer Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

Festival International du Cinema et de la Mer

La partecipazione al Festival International du Cinema et de la Mer rimane per me un’esperienza che resta impressa nel cuore e nel quaderno delle memorie più intense: il video di Ibrahim Akhdim riassume con grande efficacia alcuni dei momenti più emozionanti.

Godetevelo, come ogni cosa bella.

 

***

Puntate precedenti del viaggio in Marocco:

 

 

 

3 thoughts on “FESTIVAL INTERNATIONAL DU CINEMA ET DE LA MER”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *