Sono arrivata a Matera grazie al fotografo Ugo Baldassarre, che cercava compagni di viaggio e condivisione di punti di vista su una festività che  da tempo studia ed esplora: la Festa della Bruna, le cui celebrazioni sono le più importanti dell’anno per i cittadini di Matera.

Giungere finalmente nella Città dei Sassi,che era da tempo nei miei programmi di viaggio, è stato strano ed emozionante, come ogni volta che si fa il primo passo in un luogo a lungo immaginato e vagheggiato.

Abbiamo avuto il tempo di esplorare la città e i suoi antichi Sassi nel corso di un primo sopralluogo, compiuto prima del grande giorno della Festa, quando fervevano i preparativi, e nell’aria e nei volti delle persone si leggeva un senso di elettrizzante attesa. Il ritratto di Matera è un altro capitolo, che arriverà prossimamente su queste pagine.

Festa - della - Bruna - 2018
Panorama di Matera ammirata dai Sassi

La festa della Bruna

I significati stratificati che questa festività religiosa racchiude sono molteplici, ed è molto interessante esplorarli: riecheggiano gli antichi rituali pagani di smembramento, come i riti dionisiaci, e la convinzione che cibarsi di un frammento di una divinità pagana portasse a incorporarne una scintilla (un fondo di verità esiste, se pensiamo che ci cibiamo non solo della materia, ma anche dell’energia che essa racchiude).

Il ciclo continuo della vita e della morte è rappresentato dalle due direzioni seguite dalla processione che porta la Madonna e suo Figlio lungo le vie della città: la processione parla anche del cammino di trasmutazione dell’anima umana, di cui tratta la Divina Commedia di Dante, e più indietro nel tempo, antichissime mitologie come quella egiziana.

Festa - della - Bruna - 2018
Le luminarie pronte a essere illuminate, il giorno prima della Festa

La Bruna – esterno giorno

La processione inizia subito dopo la grande Messa: è un serpente illuminato dal sole, che cambia pelle a ogni angolo, perdendo frammenti di squame lungo la strada.

Festa - della - Bruna - 2018
La processione ha inizio
Festa - della - Bruna - 2018
Un lungo serpente umano

Il suo corpo è formato da persone di ogni età, che si uniscono in una sorta di lucida trance che li porta a camminare e salmodiare per un lasso di tempo indefinito.

Festa - della - Bruna - 2018

C’è chi testimonia la sua fedeltà indossandone uno slogan, e chi, come me, arriva qui per la prima volta, con curiosità e desiderio di guardare e ascoltare con attenzione.

Festa - della - Bruna - 2018
I materani dichiarano la loro fedeltà alla Festa della Bruna

Festa - della - Bruna - 2018

Nell’aria dolciastra dell’estate mediterranea alcune apparizioni giungono, come folate di vento marino, a risvegliare dal sopore.

Festa - della - Bruna - 2018

Festa - della - Bruna - 2018
La banda musicale percorre le vie della città
Festa - della - Bruna - 2018
I cavalieri si fanno ammirare alla luce del giorno, prima dell’ingresso trionfale, che avverrà la sera della Festa

Poi arriva il tempo del riposo, e Matera, avvolta da un abito di tulle umido di calura estiva, si accoccola posando lo sguardo assonnato sul profilo delle Murge.

Festa - della - Bruna - 2018
Il tulle delle luminarie e l’ocra delle case materane: la città sembra agghindata per un fastoso matrimonio

La Bruna – esterno notte

È la notte il momento principe della festa: un oceano umano inonda le strade, e resta paziente in attesa, ancora una volta.

Festa - della - Bruna - 2018
In attesa

Si tratta dell’ultimo strascico di una sospensione durata un anno, iniziata all’alba del 2 luglio dell’anno passato.

Festa - della - Bruna - 2018
Metafora di un Attesa

Le luci delle luminarie sono accese, e il loro scheletro bianco è ora vestito di colori brillanti, che illuminano i volti delle persone impegnate a chiacchierare allegramente, catturare immagini, oppure ad osservare con il volto rapito il paesaggio della festa.

Festa - della - Bruna - 2018Festa - della - Bruna - 2018Festa - della - Bruna - 2018Festa - della - Bruna

Non si sa esattamente quando e come sia avvenuto, ma a un certo punto scoppia l’euforia nata dalla visione dei primi personaggi emersi dalla dimensione della Bruna: i cavalieri sono come antichi gladiatori, o contemporanei divi dello spettacolo, il cui arrivo è giunto improvviso da un altrove indefinito.

Festa - della - Bruna - 2018
L’ingresso dei cavalieri, come eroi senza tempo

Festa - della - Bruna - 2018

Il tempo si fa liquido e appiccicoso come caramello, e trascorre a passi lenti, che si scorgono attraversare i volti di chi guarda l’orizzonte dell’arrivo; l’attesa del momento più importante viene gustato fino in fondo, fino a quando Lei affiora, galleggiando nell’aria come un essere soprannaturale.

 

La Madonna della Bruna è portata in trionfo su un carro nuovo di zecca, con colori, forme e personaggi inediti, dedicati solo e unicamente a questo nuovo anno, come da tradizione.

Festa - della - Bruna - 2018
La Madonna della Bruna giunge come un’apparizione
Festa - della - Bruna - 2018
La Bruna celebrata e indossata

Festa - della - Bruna

Il corteo è fatto di canti e di sorrisi d’estasi; pare che i corpi fisici scompaiano in una bruma che avvolge la Bruna e la fa scivolare in mezzo ai suoi devoti, lungo le strade e le piazze, abbracciata da sguardi lanciati come fiori dai balconi e da dietro le transenne.

Festa - della - Bruna - 2018
Posti d’onore

Festa - della - Bruna - 2018Festa - della - Bruna

Il momento della distruzione del carro è lo sfogo finale di un’energia che ha covato la sua esplosione e vuole alzare la voce e cantare un canto spiegato, virulento, che affoga nell’ebbrezza di un’ubriacatura collettiva.

L’appuntamento con la Rinascita è fissata per il prossimo 2 luglio. Come ogni anno, in un ciclo ininterrotto.

Festa - della - Bruna - 2018

 

***

Riferimenti utili:

Il sito ufficiale della Festa della Bruna

Guida a Matera – Visita Matera

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *