Il luogo è da tenere segreto per chiunque non sia un convitato. Come per un appuntamento d’amore.

Così, a partire dal nome di un luogo che evoca visioni di anfratti odorosi, ha inizio il percorso poetico di Alex Cecchetti, Walking Backwards, inserito nel programma di FOG alla Triennale Teatro dell’Arte nelle giornate del 24-25 e 26 maggio.

Grazie a questa particolare occasione, molti cittadini milanesi hanno avuto modo di conoscere un luogo nascosto e prezioso: il Giardino degli Aromi  racchiuso nel silenzio del parco dell’ex ospedale psichiatrico Paolo Pini; laddove aleggiava l’ombra della sofferenza, ora regna la pace, che abbraccia lo spirito di chiunque faccia ingresso in questo ritaglio di bosco al limitare della città.

Tutto fluisce in modo naturale e spontaneo, con un invito da parte di spiriti-guide che assomigliano a fate dei boschi e ad elfi silvestri, a seguirli, sui propri passi che camminano all’indietro, per tenere “la schiena rivolta verso il futuro e lo sguardo al passato”.

Foto di Pat Mic

Uno spirito guida conosce per natura miti, leggende, e naturalmente le proprietà più intime degli esseri vegetali che sono gli abitanti del luogo senza spazio e senza tempo che accoglie il nostro viaggio nell’e-vocazione di echi, profumi, languori dell’anima. Così, attraverso la carezza della voce che si porge gentilmente all’orecchio, condivide con noi, viaggiatori-visitatori, questo patrimonio dell’anima collettiva che giace riposto nella memoria più profonda, e troppo raramente viene lasciato riaffiorare.

Un viaggio nella fiducia, nell’af-fidarsi: quando lo spirito guida si offre di “prendersi cura del mio futuro”, le affido senza incertezza alcuna la guida dei miei passi, volgendo la schiena al futuro e camminando all’indietro, come in una dolce tempesta di mare che culla in sé un ossimoro che ha il sapore della fiducia dell’anima: Colei che conosce già la gioia che esplode quando lo sguardo, rivolgendosi al cielo, coglie un abbraccio verde che scioglie ogni dubbio.

*

Crediti:

Ideazione: Alex Cecchetti

Con: Alex Cecchetti, Edoardo Di Maria, Laura Dondi, Laura Finozzi, Claudia Gambino, Gil Giuliani, Aurora Beatrice Mamprin, Marta Zito, Fabio Zulli

Produzione: FOG Triennale Milano Performing Arts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *